Reale e immaginario, unitevi! Lecture di Francesco D'Adamo | Campi Bisenzio

Reale e immaginario, unitevi! Lecture di Francesco D\'Adamo

Cosa c'è in programma?

Reale e immaginario, unitevi!
Ceppo Ragazzi Lecture 2018 di Francesco D’Adamo
Vincitore del 62 Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2018

Mercoledì 21 febbraio 2018
Ore 9.30 -12.30
Campi Bisenzio (Firenze)
Sala Consiliare “Sandro Pertini”

Lo scrittore Francesco D’Adamo presenterà a ragazzi e adulti la sua lectio (non) magistralis, scritta in occasione del conferimento del Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2018, a cura di Paolo Fabrizio Iacuzzi e Ilaria Tagliaferri. La versione integrale della lectio sarà pubblicata sul numero 118 di LiBeR (aprile-giugno 2018).

6 parole chiave per una letteratura per ragazzi non vietata agli adulti
Emigrazione – Sfruttamento – Coraggio – Crescere –Diversità- Indignazione
Per ognuna delle parole scelte da Francesco D’Adamo verrà brevemente presentato un libro di altri autori per ragazzi, italiani e stranieri, usciti negli ultimi anni: una piccola selezione di qualità per costruire un dialogo trasversale sulla letteratura per ragazzi.

Con la partecipazione delle classi 1 AE e 2 A del Liceo Scientifico Anna Maria Enriques Agnoletti, sede associata di Campi Bisenzio.

Per leggere la motivazione vedi la scheda su Francesco D'Adamo al Premio: http://paolofabrizioiacuzzi.it/autore/francesco-dadamo-premio-ceppo-per-linfanzia-e-ladolescenza-2018/

La lectio, oltre che a Campi Bisenzio, sarà proposta anche alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna e al Salone del Libro di Torino.

Francesco D’Adamo è nato nel 1949 a Milano, dove attualmente vive, da profughi istriani arrivati in Italia dopo la seconda Guerra Mondiale. Si è laureato in Lettere Moderna all’Università di Milano, ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori e negli istituti tecnici, per poi dedicarsi alla scrittura. Il suo primo libro è stato pubblicato nel 1990 ed è un romanzo noir per adulti Overdose che parla delle imprese di un gruppo di ragazzi drogati. Nello stesso anno scrive per una antologia curata da Massimo Moscati per Oscar Mondadori intitolata Nero italiano. 27 racconti il racconto 50 grammi di eroina. Nel 1996, in collaborazione con Rosaria Guacci, cura Nero di seppia, costituito da 15 racconti che trattano il binomio giallo-cibo. Sul finire degli anni ’90 ha iniziato a scrivere per i ragazzi, definiti da lui stesso “adulti che hanno qualche anno in meno”. Nel 1999 ha pubblicato il romanzoLupo Omega (Edizioni EL), finalista ai premi Cassa di Risparmio di Cento, Città di Penne e Castello di Sanguinetto. Il suo romanzo Storia di Iqbal (Edizioni EL 2001), ispirato alla vicenda reale del pakistano Iqbal Masih e della sua lotta contro lo sfruttamento dei minori, è stato vincitore del Premio Cento 2002, ed è stato tradotto e pubblicato negli Stati Uniti. Nel 2004 il libro è stato segnalato dall’American Library Association come libro “raccomandato e degno di nota”, e ha avuto il Premio Christopher Awards (USA). Impegnato, indignato, appassionato, Francesco D’Adamo è un autore di letteratura civile. Tra i suoi titoli pubblicati: Radio Niente, (De Agostini); L’astronave e Vil Coyote, (Mondadori), Johnny il seminatore, (Fabbri), Storia di Ismael che ha attraversato il mare, De Agostini, 2009. Con il libro Oh freedom (Giunti, 2014) D’Adamo ha raccontato la storia di due famiglie di schiavi attraversano il paese dall’Alabama all’Illinois, negli Stati Uniti di metà ‘800, guidate dalla figura leggendaria di Peg Leg Joe, che le aiuterà a raggiungere quella che veniva definita una sorta di Canaan, una “Terra Promessa” dove finalmente i neri avrebbero riacquistato la libertà. Il libro Papà sta sulla torre (Giunti, 2017) è una storia di amicizia e di speranza che ha come sfondo l’Italia della crisi, delle fabbriche che chiudono lasciando intere famiglie sul lastrico e di lavoratori forti e determinati che non ci stanno e decidono di protestare contro le ingiustizie.
Uno dei suoi ultimi libri, pubblicato per Giunti editore nel 2015, è Dalla parte sbagliata: la speranza dopo Iqbal, nel quale ci porta a seguire, a dicei anni dalla morte di Iqbal, la vite di Fatima e Maria, ormai ventenni. Una, Fatima, emigrata in Italia, lavora come domestica e vive sradicata in una terra che non l'accoglie, l'altra, Maria, rimasta in Pakistan, continua la lotta per i diritti, scontrandosi oltre che con lo sfruttamento economico, con il fondamentalismo.

Informazioni
Incontro organizzato da:
Biblioteca Tiziano Terzani – Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi

in collaborazione con LiBeR
e con il 62° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia

Il Premio è offerto da Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
Al premio è legata la manifestazione Premio Laboratorio Ceppo Ragazzi per la recensione scritta e multimediale, sostenuto da Banca del Chianti.

L’incontro è rivolto a bibliotecari, insegnanti ed educatori e a chi opera nel campo dei libri per bambini e ragazzi.

Iscrizioni
La partecipazione è gratuita, previa iscrizione.
È possibile iscriversi contattando la segreteria oppure effettuando l’iscrizione online su http://www.liberweb.it/modulo_incontri_aggiorn.html

Sede
Comune di Campi Bisenzio - Sala Consiliare “Sandro Pertini”
Piazza Dante 36 – 50013 Campi Bisenzio (FI)

Segreteria
Idest srl – Villa Montalvo – Via di Limite 15, 50013 Campi Bisenzio
Tel. 055 8966577 – Fax 055 8953344
E-mail: convegni@idest.net

La foto di Francesco D'Adamo è di Daniela Zedda www.danielazedda.it

Quando?

mercoledì, 21 febbraio 2018 dalle 09:30

Dove?

Comune Campi Bisenzio
Piazza Dante 36
50013 Campi Bisenzio

eventi suggeriti:

Organizzatore:

LiBeR, Campi Bisenzio

Eventi a Campi Bisenzio