MARIO 13 anni , lentamente muore.Il Comune non da casa nuova | Naples

MARIO 13 anni , lentamente muore.Il Comune non da casa nuova

Cosa c'è in programma?

Unione Inquilini Napoli Informa " Sono trascorsi 1010 giorni, la campagna elettorale è quasi finita, l'assessore è ricandidato, non si è dimesso un solo giorno dal suo incarico dimostrando quanto è attaccato alla poltrona, la famiglia del piccolo Mario vive ancora in un basso di proprietà del Comune di Napoli non adatto alla malattia grave del piccolo Mario che lentamente muore nell'indifferenza di tutti. " https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=989678144431565&id=153913588008029

Discussione

UNIONE INQUILINI NAPOLI Una città triste. Piena di turisti ed abitata da cittadini in perenne depressione.Bella da vedere impossibile sognarla. Piena di pregiudizi e di antiche virtù. La tristezza la tocchi con mano appena entri nelle sue viscere:, strade buie e silenziose,spettri che si aggirano nei vicoli,anime dannate e maledette in cerca di luce. Il lavoro che non c'è o se c'è è a nero e precario, la casa che non è un diritto ma un privilegio. Quanti passi deve ancora fare questa città per raggiungere la felicità, la gioia, la spensieratezza, la voglia di vivere , creare,progettare,costruire.Il mare e le sue onde,il cielo che entra dentro e non riflette più la sua immagine.Noi guardiamo e desideriamo follemente di fare nostra la sua bellezza e lui fugge,si perde nei vicoli e nella disperazione.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Ieri sera in sede è venuta la mamma del piccolo Giuseppe ad informarsi degli alloggi ancora vuoti a Via Gobetti e quanto il Comune di Napoli farà il bando. Giuseppe cresce. La casa è posta a piano terra ed è piena di umidità e condensa. Giuseppe è gravemente ammalato ai polmoni, respira come un uomo di 70 anni mentre lui di età ne ha 14. Il Comune di Napoli da oltre 4 anni nonostante domande e solleciti non fa il cambio alloggio.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Il tempo passa,è un fatto naturale ed incontestabile.Il piccolo Giuseppe cresce. La sua famiglia composta da sei persone vive in un basso di proprietà del Comune di Napoli. Il basso è umido e fatiscente. Giuseppe è gravemente ammalato ai polmoni.I medici dicono che l'alloggio nel quale vive non è adeguato alla sua condizione di salute. Il Comune di Napoli non assegna un alloggio sostitutivo a questa famiglia. Dirsi indignati è dire poco.Siamo tutti arrabbiati.
UNIONE INQUILINI NAPOLI W la Rivoluzione Napoletana. Grande Sindaco oggi ad esempio lascia tutti i cittadini a piedi.Blocco della circolazione delle auto il lunedì Mercoledì e intera giornata il Venerdì.L'Azienda di trasporto Pubblico di Napoli ANM a detta dell'Assessore è tecnicamente fallita . Quindi bus non circolano e le auto non possono camminare,tutti a piedi. Per solidarietà con il popolo in sofferenza Sindaco Assessori Consiglieri hanno deciso di lasciare le auto blue in garage, di non prendere il taxi e di farsela a piedi anche loro. La mamma del piccolo Giuseppe aspetta da quattro anni la casa nuova e non arriva. Le Vele di Scampia dovevano andare giù a luglio e non si sa quanto si inizia. I bagni mobili nei mercatini rionali non sono stati messi. Le strade cittadine sono piene di buche e va fa niente. Insomma non ci possiamo lamentare abbiamo un'Amministrazione Comunale Rivoluzionaria a parole.
UNIONE INQUILINI NAPOLI La Rivoluzione Arancione tradita.Direttori e Dirigenti dei Servizi del Comune di Napoli si inventano obiettivi raggiunti e guadagnano un mare di denaro. Le case popolari si assegnano solo ai Prenditori Sociali. ANM e ABC fallita. Napoli Servizi si avvia a seguire la stessa sorta.Napoli Sociale è un lontano ricordo. Aumenta il degrado, l'esclusione ,la ghettizzazione, la disperazione sociale, l'emarginazione e chi comanda fa finta di niente. Le strade colabrodo, i servizi igienici nei cimiteri e nei mercatini rionali inesistenti e per l'uomo solo al comando va tutto bene. Aumenta la violenza e la pressione dei razzisti e xenofobi contro immigrati e Rom e ci volta dall'altra parte. Aumenta il disservizio negli Uffici del Comune di Napoli. Vengono accorpati i servizi e i cittadini sballottati da un quartiere ad un altro per avere una certificazione o fare la carta di identità.
CAMPAGNA DELL'UNIONE INQUILINI DI NAPOLI CONTRO IACP E COMUNE DI NAPOLI SULLA DECADENZA DAL TITOLO DI ASSEGNATARIO DI ALLOGGIO POPOLARE per morosità incolpevole e contro l'usura a cui si costringe un assegnatario per pagare una tantum 5 anni di pigioni arretrati. USURA QUESTA E' USURA. . La miseria come colpa." Sindaco quale Servizio deve attestare il disagio socio economico di un nucleo familiare prima di farlo decadere dal titolo di assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica? La miseria ti fa perdere anche la casa popolare. La decadenza firmata e notificata dal Dirigente del Servizio Patrimonio è un colpo al cuore per chi lotta per l'emancipazione e il protagonismo della povera gente. Autogestione dei beni pubblici e le case popolari sono beni pubblici da tutelare e valorizzare non da dismettere e svendere a vantaggio della rendita parassitaria o delle immobiliari che dopo anno che il bene è stato venduto lo mettono sul mercato a prezzo dieci volte maggiore di quanto pagato dal vecchio assegnatario.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Giorno dopo giorno ad urlare in nome dei diritti di chi non ha voce. Giuseppe e la sua famiglia attendono da anni il cambio alloggio per gravi motivi di salute. Un bambino di 14 anni lentamente muore in attesa che si decidono dove sistemarlo. Nel frattempo hanno fatto un bando assegnazione alloggi illegale per gli occupanti senza titolo che hanno occupato i tuguri nelle ex Vele. Migliaia di cittadini vincitori di un bando pubblico attendono da decenni una casa del Comune che invece l'assegna ai PRENDITORI ED ACCAPARRATORI SOCIALI. La legalità senza Giustizia Sociale, senza uguaglianza dei diritti è una scatola vuota e privi di contenuti. Se il Governo stanzia 120 milioni di euro per riqualificare le periferie e molto di quel denaro viene utilizzato per mantenere in piedi una Vela ( quella celeste che è la più brutta, pericolosa, schifosa) questa è una scelta politica non condivisibile perchè con quel denaro si va a Melito di Napoli e si compra dal Curatore Fallimentare un intero parco che costa quella cifra li e si da una casa dignitosa a 200 nuclei familiari. Se le Vele finiscono tutte giù lo spettacolo finisce, vanno definitivamente a casa registi, attori,giornalisti,sociologi, assistenti sociali,scrittori,paraculi di tutti le razze.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Buongiorno alla mamma del piccolo Giuseppe che da quattro anni lotta per avere il cambio alloggio per gravi motivi di salute senza nessun positivo riscontro. Buongiorno a tutti quelli che scelgono di stare in silenzio,che guardano il mondo senza farsi vedere,in attesa che passa la bufera.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Via Tribunale 181. Una tristezza infinita. Un compagno viene a trovarmi. Ex Vinaio di Piazzetta Sedil Capuano -Via Tribunale Napoli- . Dentro il movimento di lotta per il lavoro ex Bros da 30 anni. Ha quasi 64 anni. Iniziò la lotta che aveva 35 anni.Vive in miseria. Ha bussato anche alla porta del neo assessore della municipalità suo vecchio amico ed ha avuto tanti rifiuti. Mi fa leggere un messaggino appena arrivato sul suo cellulare dal suo delegato di lista " Cantone ha finito il controllo della lista dei disoccupati bros. Nessun camorrista nella nostra lista.Venerdì ci vediamo di nuovo tutti in piazza per una nuova manifestazione sotto il Palazzo della Giunta Regionale " Mimmo dimmi le carte da preparare per l'assegno sociale.Ho quasi 64 anni ed ho perso 30 anni della mia vita dietro di loro . In 30 anni non sono mancato ad una sola manifestazione". Una sconfitta che pesa come un macigno.Tutti quelli che in venticinque anni hanno lavorato per rompere l'unità e la forza del movimento di lotta organizzato per il lavoro per puro calcolo di potere hanno la coscienza tranquilla?
UNIONE INQUILINI NAPOLI Papà castoro raccontaci una bella storia. Case Popolari assegnate ai profittatori sociali.Di generazione in generazione, da nonna a figlio e da questi a nipoti.Succedeva così anche con i scantinatisti del Rione Traiano. Bella la storia papà castoro , dai raccontala ancora....Prima gli abusivi delle Vele . Prima gli Italiani. Prima i Napoletani Via i Rom . Via i Neri e così sia....La mamma del piccolo Giuseppe aspetta ancora il cambio alloggio. Giuseppe 14 anni,gravemente ammalato ai polmoni vive con la sua famiglia in un basso umido e fatiscente di proprietà del Comune di Napoli. Da 5 anni chiediamo il cambio alloggio che non arriva mai.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Il Potere logora chi non ce l'ha. Tutte le domeniche insieme alla sacra famiglia a messa e a fare comunione e per il resto della settimana a Reprimere e Punire. Noi Sindacato di Base come al solito siamo al fianco di chi protesta per una condanna subita ingiusta . UNIONE INQUILINI NAPOLI Il Potere logora chi non ce l'ha. Tutte le domeniche insieme alla sacra famiglia a messa a fare comunione e per il resto della settimana a Reprimere e Punire.Al fianco di chi protesta per una condanna ingiusta:subita.
SCAMPIA MIANO SECONDIGLIANO.I ROM E NERI NON C'ENTRANO NULLA. I RAZZISTI , QUELLE QUATTRO GATTE CHE SONO SCESE IN PIAZZA CONTRO I ROM FOMENTATE DAI FASCISTI NON URLANO CONTRO QUESTA INGIUSTIZIA SOCIALE? I LORO FIGLI IN PISCINA GRATUITAMENTE NON MERITANO UNA MANIFESTAZIONE O UN BLOCCO STRADALE COME HANNO FATTO CONTRO I ROM?SILENZIO DEI MEDIA...E DEI PRESIDENTI DELLE MUNICIPALITA'...
SCAMPIA MIANO SECONDIGLIANO.I ROM E NERI NON C'ENTRANO NULLA. I RAZZISTI , QUELLE QUATTRO GATTE CHE SONO SCESE IN PIAZZA CONTRO I ROM FOMENTATE DAI FASCISTI NON URLANO CONTRO QUESTA INGIUSTIZIA SOCIALE? I LORO FIGLI IN PISCINA GRATUITAMENTE NON MERITANO UNA MANIFESTAZIONE O UN BLOCCO STRADALE COME HANNO FATTO CONTRO I ROM?SILENZIO DEI MEDIA...E DEI PRESIDENTI DELLE MUNICIPALITA'...
Non c'entrano niente Neri e Rom. Denunciamo una Gestione Burocratica e Repressiva dei Servizi Pubblici e delle Risorse Umane nelle Municipalità dell'Area Nord di Napoli. Chiudono Servizi e di fatto vengono negati Diritti ai Cittadini.Cittadini infuriati non sanno con chi prendersela, vanno in piazza a fare casino ma nessuno li ascolta, non ci sono zingari e neri da cacciare, non si danno servizi incluso la piscina per i disabili il cui bando non è stato fatto e oltre 200 invalidi e bambini non possono accedono alle piscine convenzionate con il Comune che nei fatti vengono gestite in modo privatistico. Italioti brava gente.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Un bimbo di 14 anni lentamente muore nell'indifferenza generale. Sono ben spesi 200 mila all'anno dati a un Direttore Generale e qualcosa in meno a un Dirigente del Servizio che hanno prodotto in 7 ,(escluso assegnazione Vele), anni zero decreti di assegnazione di alloggio popolare per voltura o sanatoria. L'alloggio nel quale vive la famiglia di Mario ( lo dobbiamo per forza chiamare così) è di proprietà del Comune di Napoli , situata a piano terra, umida,piena di muffa e condensa e tutto ciò aggrava la malattia di GIUSEPPE ( lo dobbiamo per forza chiamare così ) che lentamente muore .
L'alloggio nel quale vive la famiglia di Mario ( lo dobbiamo per forza chiamare così) è di proprietà del Comune di Napoli , situata a piano terra, umida,piena di muffa e condensa e tutto ciò aggrava la malattia di MARIO ( lo dobbiamo per forza chiamare così ) che lentamente muore . Deve cambiare alloggio, sono più di 4 anni che lo diciamo e vi siete decisi a fare il decreto di assegnazione dopo tanto tempo mentre ancora non avete fatto il cambio alloggio. Il bambino ha 14 anni ed è gravemente ammalato di Fibrosi Cistica complicata da Aspergillosi Broncopolmonare Allergica . Ogni 3 mesi per questa gravissima patologia corre al pronto soccorso dell'ospedale in fin di vita.
UNIONE INQUILINI NAPOLI La svendita delle case popolari e il business degli intermediari. Ecco il tariffario dei periti: dai 200 euro fino a 4.300 euro a seconda del valore degli immobili da stimare. Borsa Immobiliare ha concesso uno sconto del 20 per cento al Comune.La Rivoluzione Di Demagistris è andata in vacanza.Gli affari degli speculatori nemmeno Romeo era arrivato a tanto. I Consiglieri di Sinistra dormano? I Vigili Urbani scorteranno gli immobiliaristi nelle case occupate per fare businnes. "Nel caso in cui dovessero presentarsi eventuali problematiche connesse all'accesso ai luoghi da parte dei periti incaricati (rifiuto degli occupanti, immobili chiusi etc.) sarà cura della Borsa Immobiliare (alla luce dei tempi si consegna concordati) informare tempestivamente il responsabile della NapoliServizi incaricato dell'attuazione della convenzione, il quale, in accordo col Comune, provvederà a porre in essere tutte le necessarie azioni finalizzate a consentire l'acceso ai luoghi oggetto di stima da parte dei tecnici". REPUBBLICA NAPOLI - Vigili urbani scortano i periti nelle case occupate http://comunenapoli.telpress.it/nT/index.php?u=792&i=547829 via @telpress
UNIONE INQUILINI NAPOLI Agenzia di Svendita Immobiliare. Largo agli speculatori. Patrimonio Abitativo Pubblico Il Sindaco vende tutto. L'ex Albergo dei Poveri da Città dei Giovani diventerà sede di Uffici della Prefettura e Questura. Le case degli inquilini verranno vendute a prezzi di mercato e le vecchiette/i , i disoccupati, i precari che non hanno i soldi per acquistare la casa rischiano di andare a finire per strada. la camorra che i soldi li tiene li può prestare all'anziano e acquistare tramite lui l'alloggio che poi rivenderà a cifre dieci molte maggiori. La mamma del piccolo Giuseppe , intanto, aspetta il cambio alloggio, gli sfrattati vincitori di bando pubblico l'assegnazione di alloggi che non arriveranno mai, gli abusivi che hanno speso più di 10 mila euro per entrare nell'inferno in terra saranno premiati perchè queste sono cambiali da pagare.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Comunicato Sindacale " Escluso da un bando pubblico per mancanza di requisiti. Si rivolge all'Assessore centrale perchè suo amico. L'Assessore si impegna in suo favore non perchè avente titolo e diritto ma solo per amicizia. Accade a Napoli , tutto nel silenzio dei media e di comanda. No alla gestione burocratica e repressiva di un servizio pubblico .Autorità pubblica legalmente costituita. Confonde nell'esercizio delle sue funzioni ruoli e poteri. Convinto di essere il padrone della ferriera. Non distingue pubblico e privato, ignora volutamente che il privato lavora per il profitto mentre il pubblico fornisce servizi all'utenza a costo zero. Aggredisce dipendenti.Li mortifica,punisce,trasferisce. Parla solo con i graduati e nemmeno saluta i semplici operai.Reazionari e conservatori convinti. I lavoratori scappano, si fanno trasferire i servizi alla cittadinanza vengono diminuiti o annullati.
UNIONE INQUILINI NAPOLI 100 famiglie abusive vivono da 20 anni nell'inferno di Via Cupa Spinelli circondati e assediati dall'amianto. Tutto tace. Gestione autoritaria e repressiva di importanti municipalità del Comune di Napoli e fuga dei dipendenti e chiusura dei servizi. Il Direttore Generale non vede, non sente, non parla , non se ne importa se interi quartieri restano senza il servizio anagrafe, lo stato civile,il rilascio della carta di identità.La negazione di diritti lascia spazio alle clientele perchè se un servizio viene negato sicuramente l'eletto dal popolo è in grado di farsi fare il piacere e poi chiedere il voto in cambio.Paga sempre fare lo Stato di Famiglia in cambio di un voto. Il tariffario per entrare in una casa dentro l'inferno metropolitano varia da 3 ai 10 mila euro, dipende dal piano e dalle condizioni dell'appartamento. Tre o quattro anni di sacrifici senza pagare affitto,acqua,luce,gas e hai acquisito il diritto ad avere l'alloggio nuovo. Danno 55 alloggi nuovi ad abusivi e ne daranno altri 300 tra qualche anno. Gli sfrattati ,i vincitori di bando pubblico possono aspettare.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Crisi - cambiamento - trasformazione. La crisi è l'occasione utilizzata-usata per avviare grossi processi di ristrutturazione e ammodernamento cambiamento. Passata la bufera nulla ritorna più come prima. La crisi come una tempesta violentissima che trascina tutto con se. Una montagna di acqua si abbatte su tutto quello che ci circonda e spazza via tutto. La forza e potenza dell'acqua è micidiale, l'acqua spegne il fuoco, l'uomo ha nel suo corpo il 70% di acqua, l'acqua copre le case e demolisce le fondamenta,l'acqua travolge amore-passioni-delusioni-rancori. La crisi è l'occasione per ritornare ad essere efficiente,competitivo come dopo una bufera di acqua l'aria torna ad essere respirabile. La crisi occasione unica e irripetibile per cambiare, per non essere sempre uguale a se stesso.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Nelle Municipalità dell'area nord di Napoli succedono cose da pazzi. Una gestione burocratica repressiva sta determinando la fuga del personale e l'adozione di provvedimenti disciplinari. Inducono all'errore e puniscono. Alle Vele assegnano 50 alloggi ad occupanti abusivi. Non fanno la stessa cosa a Ponticelli Rione De Gasperi e a Chiaiano Via Cupa Spinelli. Si premiano i clienti e si nega il diritto ad altri cittadini. Le Vele giù nel mese di giugno siamo ad agosto e non si è visto ancora niente. La famiglia del piccolo Giuseppe attende ancora il cambio alloggio.
UNIONE INQUILINI NAPOLI " Il carrozzone va da sè... Il Sindaco e il suo super Assessore disse " Tutte le Vele giù esclusa la più brutta , la Celeste, giù entro la fine del mese di giugno 2017. Siamo quasi ad agosto e nemmeno si vede l'inizio. Il piccolo Giuseppe gravemente ammalato ai polmoni non può vivere in un alloggio ubicato a piano terra,da quattro anni aspetta il cambio alloggi che non arriva mai. Chiudono i Servizi Anagrafici della Municipalità 7 e 8. I cittadini per rinnovare la Carta d'Identità scaduta devono fare chilometri e il Sindaco sta in silenzio. Si assegnano 55 alloggi a non aventi titolo e diritto in quanto occupanti senza titolo delle Vele e il Sindaco è daccordo con il suo Super Assessore. Si vende l'ex Albergo dei Poveri a Piazza Carlo III perchè servono soldi, al posto della Città dei Giovani Uffici della Questura e della Prefettura. L'ANM è fallita e la colpa è degli utenti che non pagano il biglietto non certo dei manager nominati dal Sindaco".
UNIONE INQUILINI NAPOLI Un vecchio Consigliere Comunale di Rifondazione Comunista osò incatenarsi alla sedia del Sindaco di Napoli in pieno Consiglio Comunale per rivendicare DIRITTI negati a cittadini. Il Mappino ci informa su velina della Procura che l'incendio al Vesuvio e i vari roghi accesi in città sono ad opera nell'ordine: 1) Disoccupati Organizzati ; 2) Precari; 3) Soci Cooperatori; 4) L.S.U. ; 5) Sfrattati ; 6) Rom. Il guaio è che adesso ne Sindaco di Napoli e ne Consiglieri Comunali di Sinistra non Comunisti sentono il dovere civico di occupare di nuovo quella sedia per protestare contro l'avanzare della destra che toglie diritti e con forza e violenza criminalizza il dissenso politico e sociale esistente in città. Regna sovrano il silenzio. Il guaio è che il Silenzio non aiuta il Sindaco anzi al contrario lo fa apparire agli occhi di tutti come Sindaco di Palazzo, Sindaco di Potere e voi come servi schiocchi del potere. A noi invece serve chi prende in mano il megafono e nelle aule del potere grida forte la nostra indignazione e da forma alla nostra rabbia.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Uno schifo.Assegnazione di 45 alloggi popolari in esubero agli abusivi ad ex occupanti delle Vele e sfrattati e invalidi aventi titolo e diritto restano fuori. Uffici importanti che chiudono a seguito di aggressione e nessuno dice niente. Una collega trasferita 15 volte in un anno perchè ritenuta scassacazza. Non parte il bando annuale per le piscine e oltre 250 ragazzini residenti a Scampia non possono andarci gratuitamente. Una gestione della Municipalità burocratica repressiva causa un diffuso malcontento di tutti i lavoratori che in modi e forme diverse si oppongono al clima di caserma in cui è precipitato il luogo di lavoro. Servizi non resi ai cittadini con conseguente lamentele e disagio. Per il Sindaco e il suo Direttore Generale va tutto bene
UNIONE INQUILINI NAPOLI Diritti Negati! Silenzio tombale! Servizi Pubblici nell'Area Nord di Napoli?Siamo al Medioevo. Una gestione burocratica autoritaria delle Municipalità ricadenti nell'area nord di Napoli e negazione di Servizi e Diritti. Tutti sanno e fanno finta di non sapere,non vedere e non sentire. Quest'anno nella Municipalità 8 non si è fatto il bando pubblico per l'utilizzo delle piscine esistenti nel territorio ed oltre 250 tra ragazzi ed invalidi che ne usufruivano gratuitamente non ci possono andare. Nell'era della Rivoluzione Informatica e Tecnologica il Comune di Napoli e il suo apparato burocratico amministrativo ha difficoltà ad erogare ai cittadini servizi indispensabili. Chiudono uffici importanti come quello del rilascio della carta di identità elettronica, gli asili nido e le scuole dell'infanzia cadono a pezzi per mancanza di personale e di manutenzione,impianti sportivi sottoutilizzati,la gestione del personale è burocratica e clientelare. In tutti i Comuni del nostro paese il rilascio della certificazione avviene in modalità self service da parte dei cittadini che utilizzano password e codice di identificazione fornito dalla Pubblica Amministrazione e dal numero della tessera sanitaria. Nelle sedi della Municipalità ci sono ancora file di cittadini che aspettano ore per avere una tessera o un certificato. Roba da Medioevo.
UNIONE INQUILINI NAPOLI - Comunicato Sindacale - Non hanno dato la casa nuova alla famiglia del piccolo Giuseppe. La danno agli abusivi delle Vele. Non hanno trovato casa agli sfollati di Vico Trone a Materdei. Non hanno messo i gabinetti pubblici nei mercatini rionali e costringono venditori ambulanti e visitatori a fare la pipì dentro e dietro i camioncini. Non hanno fatto quest'anno nella Municipalità 8 Scampia Piscinola Chiaiano il bando pubblico per la partecipazione, a titolo gratuito, di oltre 250 minori meno abbienti e delle persone diversamente abili ai corsi di nuoto organizzati, per la stagione 2017/2018, presso le piscine "Acquachiara" e "M. Galante" della Municipalità 8 per mancanza del rinnovo della convenzione con il CONI.Tutto ciò indiscutibilmente è un'altra grande vittoria dell'attuale Amministrazione Comunale. .Non c'è vittoria , non c'è conquista senza il grande Gigino De Magistris. In basso l'avviso di bando dello scorso anno,per quest'anno non c'è minestra. Mi raccomando andate nelle Vele a fare i corsi di doposcuola ai bambini, come immagine tira di più che mandarli gratuitamente in piscina
UNIONE INQUILINI NAPOLI Diritti Negati! Servizi Pubblici nell'Area Nord di Napoli?Siamo al Medioevo. Una gestione burocratica autoritaria delle Municipalità ricadenti nell'area nord di Napoli e negazione di Servizi e Diritti. Tutti sanno e fanno finta di non sapere,non vedere e non sentire. Nell'era della Rivoluzione Informatica e Tecnologica il Comune di Napoli e il suo apparato burocratico amministrativo ha difficoltà ad erogare ai cittadini servizi indispensabili. Chiudono uffici importanti come quello del rilascio della carta di identità elettronica, gli asili nido e le scuole dell'infanzia cadono a pezzi per mancanza di personale e di manutenzione,impianti sportivi sottoutilizzati,la gestione del personale è burocratica e clientelare. In tutti i Comuni del nostro paese il rilascio della certificazione avviene in modalità self service da parte dei cittadini che utilizzano password e codice di identificazione fornito dalla Pubblica Amministrazione e dal numero della tessera sanitaria. Nelle sedi della Municipalità ci sono ancora file di cittadini che aspettano ore per avere una tessera o un certificato. Roba da Medioevo.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Dall'album dei miei ricordi sovversivi, ricordo. " Il Prefetto Improta 30 anni fa quanto ci fu il rogo in un campo rom e morirono bruciate vive tre ragazzine disse - quanto costa allo Stato fornire nettezza urbana e igiene pubblica-gas-luce-fogne ed acqua a queste persone e farle vivere in dignità?.Niente rispose - tra se e se. Ricordò alcuni episodi di fame nera della Napoli del dopoguerra e delle suo essere scugnizzo vero, uno che conosceva bene la vita vissuta ai Quartieri Spagnoli ,con prostituzione di massa, contrabbando e mercato nero , lui che giocava a pallone per strada e veniva continuamente sgridato." Terminò dicendo "che se la corrente elettrica-l'acqua-il gas la rubano a migliaia le famiglie napoletane va bene e viene tollerato, se lo fanno i rom sono zingari". Queste cose le diceva e pensava lui e mai come quella volta dovemmo ammettere di essere d'accordo con lui.Noi sovversivi e lui uomo dei servizi segreti usato e poi buttato nella spazzatura.
Napoli Municipalità 8 ( Scampia - Piscinola - Marianella - Chiaiano ). Terra di Conquista - di Spartizione e Lottizzazione. Gli ultimi Presidenti eletti nessuno è espressione del territorio.Per i Patiti Politici nell'area Napoli Nord non c'è personale politico che può assumere quest'incarico e da perfetti colonizzatori attingono da realtà sociali incompatibili con il nostro territorio. Uno di Acerra, un'altro del Vomero e l'attuale di Ponticelli.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Il piccolo Giuseppe attende la nuova casa da 4 anni, deve aspettare che gli abusivi delle Vele saccheggiano altri 40 alloggi . Il pregiudizio razziale e di classe. L'Odio verso le persone o meglio i cittadini non omologati. Odio verso lo straniero che ruba casa e lavoro agli italiani.Il Presidente dell'Inps,conti alla mano, ci ricorda che senza il versamento dei contributi previdenziali di oltre 4 milioni di stranieri l'Inps salta. La caccia all'uomo nero dei fascisti sulle varie spiagge del nostro paese. La caccia al venditore ambulante nero nei mercatini rionali. Il cittadino/a portatore di grave handicap visto come un peso, prendono la pensione e l'accompagnamento ed io sono senza casa e lavoro. Il pericolo dei rom,sporchi, brutti,cattivi,accendono falò,rubano,stuprano,fanno rapine,vendono droga. Il Prefetto Improta 30 anni fa quanto ci fu il rogo in un campo rom e morirono bruciate vive tre ragazzine disse "quanto cosa allo Stato fornire gas-luce-fogne ed acqua a queste persone e farle vivere in dignità?.Niente, se la corrente-l'acqua-il gas la rubano a migliaia le famiglie napoletane va bene se lo fanno i rom sono zingari.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Parola d'ordine BOICOTTARE . Il Sindaco di Napoli ha deciso di vendere tutte le case popolari per riparare il buco nei conti del Comune. Mette su una vera e propria Agenzia Immobiliare. La città di Napoli ha bisogno almeno di altre 10 mila case popolari per fronteggiare il bisogno casa esistente in città e lui vende tutto.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Ribadiamo siamo solidali con il Sindaco di Napoli quanto fa il Sindaco. Non ci piace quanto assegna case popolari agli amici e clienti e mortifica chi ha partecipato e vinto un bando pubblico e attende una casa popolare da venti anni e non se ne importa dei giovani che vanno a Londra a lavare i piatti.. Non ci piace quanto nega il diritto al cambio alloggio ad una famiglia che ha un figlio di 14 anni gravemente ammalato. Non ci piace quanto non alza la voce contro uomini in divisa che fanno caccia al nero nei mercatini rionali. Non ci piace quanto i servizi pubblici non funzionano e il suo Direttore Generale fa poco o niente per richiamare al proprio dovere i Dirigenti dei Servizi. Ci piace il Sindaco solidale, che costruisce ponti di amicizia e solidarietà, che è inclusivo e non dissociativo.Che mette su Consulte dei cittadini chiamandoli all'impegno civile e sociale.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Quanto l'ingiustizia diventa un diritto ribellarsi non è solo giusto ma è anche un dovere. Delitti e pene da scontare. Abusi e prepotenze da sopportare. Il potere in tutte le sue forme e manifestazioni opprime chi osa ribellarsi, chi va contro, chi non obbedisce,chi non sta al rispetto delle regole del gioco. Andare contro è scoprire sentieri nascosti, inesplorati, è andare a vedere ciò che è possibile e lecito e ciò che è proibito. Andare oltre è mettere in discussione,opporsi al potere di chi comanda.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Non c'è vittoria, non c'è conquista senza il grande Giggino de Magistris. Anche questi sono vittorie della Rivoluzione Arancione in atto a Napoli. Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire, non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere. I foderi combattono e le sciabole sono a riposo. Una donna - operaia- definita scassacazza viene trasferita 15 volte in un anno. Questo è stolking , la Confederazione Unitaria di Base CUB Pubblico Impiego solleva la questione silenzio di tutti. A Piscinola qualcuno lancia una bottiglia molotov nel salone dove lavorano impiegati comunali addetti al rilascio delle carte di identità.Non succede niente.Indifferenza. A Scampia tre impiegati comunali vengono picchiati mentre lavorano. Vanno in ospedale e fanno denuncia contro ignoti.Non è successo niente fatevi i fatti vostri, dice chi comanda. Un bambino di 14 anni lentamente muore nell'indifferenza di tutti , la famiglia attende da 4 anni un cambio alloggio che non arriva mai.
UNIONE INQUILINI NAPOLI - CUB " Tutti sanno e decidono di stare zitti. Il silenzio come loro compagno di vita.L' Indifferenza è il peggiore dei mali. Napoli Nord Municipalità 8. Abbiamo provveduto ad informare tutti i Consiglieri Comunali e i giornalisti di quello che è successo in un solo mese nella Municipalità 8.In ultimo anche Roberto Saviano sulla sua pagina di facebook. Tutti sanno e fanno finta di non sapere. In un mese tre gravi episodi. di camorra non denunciati,qualcuno per non esporsi vuole che a farlo fossero i lavoratori 1) Lancio di una bottiglia incendiaria Municipalità 8 Napoli sede di Piscinola 2) Aggressione a tre dipendenti pubblici Municipalità 8 sede di Napoli Scampia . Tutti e tre mandati in ospedale e denuncia dell'aggressione contro ignoti quanto tutti sanno che non è così e il fatto è stato riportato dal giornale Cronache di Napoli; Anna Panico - operaia dipendente della Municipalità 8 ritenuta da chi comanda una cacacazza in un anno ha subito ben 15 trasferimenti.Un record e nessuno ne parla escluso il Sindacalismo di Base >CUB Pubblico Impiego e USB. Conseguenze ? Chiusura dei servizi pubblici ai cittadini. Chi comanda ci dice tutti i giorni che non è successo niente:fatevi i cazzi
UNIONE INQUILINI NAPOLI Napoli. Venti deleghe a un solo Assessore.Superato il record dell'ex socialista Silvano Masciari. Deleghe pesanti come alla Casa, Lavoro,Finanze. La mamma del piccolo Giuseppe aspetta ancora il cambio alloggio. Il Bando per l'assegnazione delle case in esubero a Scampia non è stato ancora annullato. Il Sindaco ha messo su l'Agenzia Immobiliare per la vendita delle Case Popolari. A Napoli c'è la Rivoluzione in atto. Non c'è che dire anche questo è un altro grande primato di questa Amministrazione Comunale.
UNIONE INQUILINI NAPOLI COMUNICATO SINDACALE "Napoli 28 giugno 2017 ore 16,30 Piazza Municipio Palazzo S.Giacomo - Manifestazione per il Diritto alla Casa e alla Civiltà dell'Abitare .Il Sindaco di Napoli e il suo super Assessore ( venti deleghe sulle spalle meglio di Silvano Masciari ricordate?) ha altro da fare e non riceve la delegazione dei manifestanti. Voci di dentro al Palazzo del Potere dicono che è impegnato a mettere su un Agenzia Immobiliare per la SVENDITA E MESSA IN LIQUIDAZIONE delle Case Popolari e dell'intero patrimonio abitativo e non , tutto ciò alla faccia di sfrattati e senza tetto". Grande Sindaco quello del secondo mandato meglio del primo.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Al fianco del Sindaco Rivoluzionario di Napoli . Difendiamo il nostro Paradiso in terra dall'attacco di reazionari e fascisti. Nella nostra città funziona tutto.Non c'è il traffico. Il Trasporto Pubblico funziona che è una meraviglia. Non si trasferisce più una dipendente 15 volte in un anno solo perchè cacacazza. Le buche stradali non ci sono più ed è stato fatto il manto stradale nuovo a tutte le arterie della città.Vedete la Doganella e Calata Capodichino, un gioiello. Le case in esubero alle Vele non sono state date agli occupanti abusivi delle Vele che hanno pagato per entrare dentro ma agli sfrattati e giovane coppie. Il lavoro dato ai giovani e non a vecchietti di 60 anni. E' stata data la casa nuova alla famiglia del piccolo Giuseppe. Abbiamo sconfitto la camorra e cacciato i registi di gomorra. I neri dalla ferrovia li abbiamo eliminati e così anche quelli che puliscono i vetri ai semafori o cercano la carità fuori ai supermercati. I beni pubblici li abbiamo valorizzati. Il patrimonio abitativo pubblico è un'incanto. Abbiamo esaurito la graduatoria degli sfrattati. Nel Comune di Napoli non ci sono più precari e lavoratori socialmente utili. Siamo la Città della Pace e dell'Accoglienza. Il Paradiso in terra. Cosa ci manca? La Peroni.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Scampia e il suo convento. Arriva una nuova madre Badessa e Sacerdote uomo della Curia. Devono amministrare i beni del convento e valorizzare le risorse e le competenze umane. Iniziano il loro mandato mettendo mano alla gestione della mensa,delle docce e barberia per i poveri fin li gestita da suore e frati francescani. La mensa,la barberia,le docce funzionavano, arrivati loro non funziona più nulla. Lo stesso dicasi della Biblioteca interna e sala lettura e del servizio di accoglienza. Una gestione burocratica e autoritaria di un bene pubblico ha determinato il suo fallimento. Il vescovo che ha mandato il prete in un territorio che nemmeno conosce e lo manovra come un burattino è contento che il convento chiude e tanti poveri perdono il loro luogo di incontro e socializzazione. Lo stesso dicasi della madre badessa che disciplinatamente esegue tutti gli ordini dell'uomo del vescovo. Esegue con disciplina per non farselo nemico. Risultato? Tutte le suore e i francescani si danno ammalati, il convento non funziona, i servizi sono chiusi e i poveri restano in strada a mendicare. Un vecchio saggio dice " Il pesce puzza dalla testa. Anche la coda puzza " . Come al solito il caro prezzo sociale lo paga Scampia e tutta l'area a nord di Napoli. Grazie Vescovo per averci mandato il tuo burattino.
UNIONE INQUILINI NAPOLI Oggi è 23 Giugno 2017 e dopo 1.424 giorni passati avete fatto il decreto di assegnazione dell'alloggio popolare a un avente titolo. Un bimbo di 14 anni lentamente muore nell'indifferenza generale. Sono ben spesi i 160 mila all'anno dati a un Direttore Centrale e qualcosa in meno a un Dirigente del Servizio che hanno prodotto in 5 anni zero decreti di assegnazione di alloggio popolare per voltura o sanatoria ? L'alloggio nel quale vive la famiglia di Mario ( lo dobbiamo per forza chiamare così) è di proprietà del Comune di Napoli , situata a piano terra, umida,piena di muffa e condensa e tutto ciò aggrava la malattia di MARIO ( lo dobbiamo per forza chiamare così ) che lentamente muore
UNIONE INQUILINI NAPOLI Sindaco ti vogliamo bene se fai il Sindaco. I disastri della Controrivoluzione e Restaurazione arancione a Napoli. Per qualità e quantità di Servizi resi alla collettività Napoli è scesa di molto nei dati statistici nazionali. Le Municipalità non riescono a dare Servizi Essenziali alla Cittadinanza. Uffici Importanti sono chiusi al pubblico. Eppure dal governo nazionale è arrivato 1 miliardo di euro per il piano di riequilibrio pluriennale e fondi per l'abbattimento delle Vele e siamo quasi al dissesto finanziario. .Le periferie sono abbandonate al loro destino, ghetti del nostro inferno metropolitano, luoghi maledetti ed interdetti, autentici buchi neri. La camorra da sempre ha il controllo sul patrimonio immobiliare dell 'Ente affidato ad una Società in House completamente incapace di valorizzarlo. Il Sindaco ha pensato bene di vendere tutto il patrimonio abitativo pubblico, sfrattati-scantinatisti-giovane coppie-coabitanti possono morire visto che il Comune vende tutto. I parchi pubblici e gli impianti sportivi sono quasi tutti chiusi e per il primo anno le Municipalità non hanno fatto il bando pubblico riservato ai giovani che vivono in condizioni economiche disagiate .Mille disabili nel 2011 frequentavano le scuole cittadine accompagnati dal trasporto pubblico oggi sono ridotti a centottanta.
UNIONE INQUILINI NAPOLI In sede viene la mamma di Giuseppe e mi dice " Mimmo la ricerca scientifica fa passi da gigante. Sono in arrivo farmaci formidabile. Qualcuno è già stato sperimentato anche su Giuseppe e lo vedo molto meglio. Il Comune di Napoli invece di andare avanti va indietro. Sono contenta per la vita di Giuseppe e se guarisce ho vinta la mia guerra personale". Una forza incredibile questa mamma giovanissima
UNIONE INQUILINI NAPOLI In sede viene la mamma di Giuseppe e mi dice " Mimmo la ricerca scientifica fa passi da gigante. Sono in arrivo farmaci formidabile. Qualcuno è già stato sperimentato anche su Giuseppe e lo vedo molto meglio. Il Comune di Napoli invece di andare avanti va indietro. Sono contenta per la vita di Giuseppe e se guarisce ho vinta la mia guerra personale". Una forza incredibile questa mamma giovanissima
UNIONE INQUILINI NAPOLI Diritti, Uguaglianza, Solidarietà, Partecipazione, Condivisione valori universali e immensi. Patrimonio dell'Umanità.Bambini nati e cresciuti nel nostro paese che luridi fascisti nascosti in diversi partiti razzisti osano definire stranieri.Vermi eravate e tali siete rimasti. Bambini gravemente ammalati che non riescono a cambiare alloggio per indifferenza di chi comanda. Clima repressivo e di criminalizzazione nei quartieri della città grazie al decreto Minniti sul decoro urbano. Pericoli di guerra .
UNIONE INQUILINI NAPOLI - CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE PUBBLICO IMPIEGO " Appello a Sindaco di Napoli e Direttore Generale Legalità. Trasparenza . Buona Amministrazione del Bene Pubblico. Il piccolo Giuseppe e la sua famiglia attendono il cambio alloggio da quattro anni e ancora non è stato fatto niente. Alloggi in esubero delle Vele di Scampia messe illegalmente a bando pubblico privilegiando occupanti senza titolo che nelle Vele l'alloggio se lo sono comprati. Anna Panica amministrativa dipendente del Comune di Napoli sede di lavoro Scampia in un solo anno trasferita ben 15 volte solo perchè considerata scassacazza"
Unione Inquilini Napoli Un bimbo di 14 anni lentamente muore nell'indifferenza generale. Ci spieghi con calma se sono ben spesi i 160 mila all'anno dati a un Direttore Centrale e qualcosa in meno a un Dirigente del Servizio che hanno prodotto in 5 anni zero decreti di assegnazione di alloggio popolare per voltura o sanatoria. L'alloggio nel quale vive la famiglia di Mario ( lo dobbiamo per forza chiamare così) è di proprietà del Comune di Napoli , situata a piano terra, umida,piena di muffa e condensa e tutto ciò aggrava la malattia di MARIO ( lo dobbiamo per forza chiamare così ) che lentamente muore
UNIONE INQUILINI NAPOLI Dove sono le Consulte Popolari? Il potere nella mani della burocrazia di Palazzo. Un consiglio fraterno al Sindaco di Napoli , torni a fare il Sindaco di strada. Liberati di gran parte dei cortigiani che sempre di più sono profittatori e prenditori sociali. Liberati dal potere dei Super Assessori che in materia di diritto alla Casa, al Lavoro, alla Dignità delle persone, alle politiche di inclusione sociale, della scuola,della vivibilità dei nostri quartieri invece di farci fare un passo avanti ce ne hanno fatto fare cento all'indietro. Il Sindaco dei diritti per tutti e non dei privilegi per pochi, che spacca consuetudini vecchie aprendosi al nuovo, che fa funzionare la macchina amministrativa del Comune fornendo servizi ai cittadini.

Quando?

lunedì, 31 dicembre 2018 dalle 07:00

Dove?

Naples, Italy
Via Francesco Saverio Correra, 136 80135 Naples Italy

eventi suggeriti:

Organizzatore:

UNIONE INQUILINI NAPOLI, Naples

Eventi a Naples

Ermal Meta

lunedì, 04.febbraio 2019

Roberto Vecchioni - L'Infinito

mercoledì, 17.aprile 2019

Cavalleria Rusticana

sabato, 06.luglio 2019

Napule é… 2019

giovedì, 25.aprile 2019

Facciamo un video contro Sanremo

venerdì, 05.marzo 2021

Primavera Tango Ischia

venerdì, 24.maggio 2019

Gazzelle

venerdì, 15.marzo 2019

Tiromancino

giovedì, 31.gennaio 2019

Sfera Ebbasta VIP PACKAGE

venerdì, 19.aprile 2019

Napoli - GIO EVAN INFINITour

giovedì, 27.dicembre 2018

Pinguini Tattici Nucleari

sabato, 04.maggio 2019

Noyz Narcos

venerdì, 25.gennaio 2019

Canova

venerdì, 29.marzo 2019

The Cure at Firenze Rocks (Firenze)

domenica, 16.giugno 2019

Irama - Live 2019 - Napoli

mercoledì, 06.marzo 2019

Intesa pace di Caltabellotta

lunedì, 31.agosto 2020

Rosario Miraggio

giovedì, 14.febbraio 2019

Pacchetto VIP: Benji e Fede

domenica, 03.marzo 2019