Steve Rothery Tour 2018, le date dei concerti e biglietti

Steve Rothery Date del Tour 2018

Nessun evento corrente trovato

Artisti Steve Rothery

Il chitarrista e fondatore dei MARILLION, supportato dalla sua straordinaria band, racconterà la storia del gruppo che ha dato un nuovo significato al rock progressivo, sin dalla sua nascita negli anni 80. Eseguirà molti brani di MISPLACED CHILDHOOD, album capolavoro del 1985, e di altri tre loro classici senza tempo come SCRIPT FOR A JESTER'S TEAR (1983), FUGAZI (1984), CLUTCHING AT STRAWS (1987).Formazione Steve Rothery & His BandSteve Rothery - GuitarDave Foster - Guitar (Mr. So & So)Yatim Halimi - Bass (Panic Room)Leon Parr - Drums (Mr. So & So)Riccardo Romano - Keyboards (RanestRane)Martin Jakubski - Lead vocals (Stillmarillion)Il legame di Steve Rothery con l’Italia verrà rafforzato ulteriormente dal suo unico concerto nel nostro Paese per il 2018, ospitato in un posto degno di tale affetto: il Teatro Dal Verme. La formazione che lo supporta è ormai rodata e in grado di esprimere il “magico” suono che quei leggendari brani meritano… suono sospeso tra gli anni 80, in cui furono composti, e il presente, dove le capacità tecniche di Steve sono aumentate col trascorrere del tempo; non a caso Rothery è oggi considerato uno dei migliori chitarristi a livello internazionale. D’altronde Steve può raccontare la storia dei Marillion in modo profondo perché a quei brani ha donato l’anima, visto che la sua mano di compositore è ben evidente.I musicisti, tranne Jakubski, sono quelli che hanno già impreziosito gli album LIVE IN PLOVDIV (2013, tranne Romano), LIVE IN ROME (2014) e THE GHOSTS OF PRIPYAT (2014). In quest’ultimo, splendido suo primo album solista in studio, sono inclusi due cavalli di battaglia live: Orpheus e The Old Man And The Sea, dove partecipano Steve Hackett, ex Genesis, su entrambe e nella seconda Steven Wilson, anima dei Porcupine Tree e oggi artista di punta del Prog 2.0 (che aveva già incrociato i Marillion per MARILLION.COM e MARBLES, poi nel 2017 ha curato l’edizione del remissata di MISPLACED CHILDHOOD). Lo stile chitarristico di Rothery, tecnico ma passionale, è immediatamente riconoscibile, grazie anche alla cura con cui ricerca la perfezione delle sonorità, come afferma lui stesso: “Oggi ci sono due approcci che mi piacciono, quello vintage classico e quello delle nuove tecnologie, che permettono, soprattutto miscelandoli, di avere la più ampia libertà di esprimere le idee impossibili da rendere in altro modo. Amo il lavoro di Steven Wilson, penso che sia uno dei più importanti artisti/produttori attuali”.Il concerto sarà diviso in due parti, vista anche la notevole durata, e permetterà all’ascoltatore di entrare profondamente nelle emozioni espresse dalla musica.La data13 marzo Milano, Teatro Dal Verme

Steve Rothery: News più lette